25587102_895603433941491_8282764350944915804_o

Martinsicuro-Torrese 2-3

MARTINSICURO – TORRESE  2 – 3   (1 – 1)

MARTINSICURO . Osso 5,5, Ferrari 5,5(34’ st Ruggieri sv), Ferretti 5,5, Cucco 6, Fiscaletti 6(34’ st Dolegowski sv), De Cesaris 6, Di Giorgio 6, Pietropaolo 5,5, Bellini 6, Carbone 5,5(38’ st Astarita sv), Nepa 6. A disp. Cannella, Alteri, Silvestri, Biagetti. All. Di Fabio

TORRESE . Bruno 6, Casimirri 6, Addari 5,5(11’ st D’Orazio 6), Scartozzi 6, Masullo 5,5(11’ st Cichetti 6), Stacchiotti 6, Puglia 6(33’ st Kruger 6), Tini 6, Carosone 5,5(33’ st De Sanctis 6,5), Torbidone 5,5, Ricci 6(38’ st Remigio sv). A disp. Castrone, Mazzagatti. All. Narcisi

Arbitro Arnone di Empoli 6   (Miccoli-Buonpensa)

Reti 30’ pt Bellini, 42’ pt Stacchiotti, 4’ st Pietropaolo rig., 10’ st Scartozzi, 27’ st De Sanctis

Note . Ammoniti Carboni, Pietropaolo, Tini, Masullo. Angoli 4-1 per il Martinsicuro, spettatori 300 circa. Recupero 1’ pt, 5’ st.

MARTINSICURO . Un Martinsicuro brutto nella ripresa e con amnesie difensive lascia l’intera posta in palio alla Torrese subendo la terza sconfitta consecutiva casalinga. Una gara che ha visto i locali due volte in vantaggio per poi sciogliersi e permettere ai ragazzi di Narcisi di ribaltare il risultato. Di Fabio ritrova De Cesaris dopo la squalifica e deve ancora fare a meno di Maio infortunato. Problemi al centro della difesa per Narcisi con l’ex di turno Mariani infortunato e Cristofari squalificato e schiera al fianco di Stacchiotti l’under Masullo. Parte bene il Martinsicuro che nei primi 3’ batte tre angoli senza risultato con i locali che tengono in pugno la gara ma la migliore occasione è sui piedi di Torbidone che a centro area scheggia la sfera proveniente dalla sinistra. Alla mezz’ora vantaggio locale con Nepa che pesca sul filo del fuorigioco Bellini che stoppa la sfera e in diagonale supera Bruno. Allo scadere il pari della Torrese che nasce da una punizione dalla destra e successiva mischia che vede il difensore goleador Stacchiotti mettere in rete. Nella ripresa Martinsicuro subito in vantaggio con Pietropaolo su rigore concesso per un fallo in area di Masullo su Nepa. Un vantaggio che dura 6’ quando l’arbitro giudica retropassaggio un tocco di De Cesaris con la presa di mano di Osso sulla linea bianca dell’area. Ne scaturisce una punizione a due che Scartozzi mette dentro dopo che la sfera è deviata da un difensore. Il Martinsicuro scende di ritmo e gli ospiti trovano in vantaggio con De Sanctis in contropiede che supera anche Osso e mette dentro a porta sguarnita. Gli ospiti tengono bene il campo e non corrono grandi pericoli salvo all’ultimo assalto del Martinsicuro in pieno recupero quando Bellini tocca in piena area un traversone dalla destra con la sfera che si stampa sulla traversa.”Una bella gara- le considerazioni del mister della Torrese Luigi Narcisi – Una gara senza obiettivi con i ragazzi che sono stati bravi ha trovare giusti stimoli. Forse, il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto”. “Una partita particolare – il commento di Guido Di Fabio – Abbiamo giocato una bella gara specialmente nella prima frazione con il tutto vanificato dagli errori. Dobbiamo rimanere lucidi per giocarci i play off davanti al nostro pubblico”.

25488527_895602487274919_4423451607962771692_o

Montorio-Martinsicuro 1-1

MONTORIO – MARTINSICURO  1 – 1    (0-1)

MONTORIO . Recchiuti 5,5, Zurita 6,5, Marini 5,5, Durante sv (15’ pt Pavone 6), Corbo 6, Maselli 5,5 (24’ st Del Monte 5,5), Colacioppo 6, Lombardi 5,5 (37’ st Baldassarre sv), Ndiaye 6. Di Stefano 5,5 (37’ st Cerasi sv). A disp. Digifico, Islamovski, Furia. All. Cipolletti

MARTINSICURO . Osso 6, Ferrari 5.5, Ferretti 5,5, Cucco 6, Lattanzi 5,5 (12’ st Fiscaletti 5,5), Silvestri 6, Di Giorgio 7, Pietropaolo 6, Bellini 6, Carboni 5,5 (34’ st Ruggieri sv), Nepa 5,5 (47 st Bastianelli sv). A disp. Cannella, Alteri, Biagetti, Astarita. All. Di Fabio

Arbitro Verrocchi di Sulmona 6,5    (Di Cerchio-Alonzi)

Reti , 17’ pt Bellini, 8’ st Zurita

Note . Ammoniti Ndiaye, Colacioppo (MO), Cucco, Pietropaolo (MA). Angoli 3-2 per il Martinsicuro, spettatori 150 circa. Recupero 0’ pt, 3’ st.

MONTORIO AL VOMANO . Finsce in parità una gara non certo bella dove nel primo tempo si è avuta la superiorità degli ospiti e nella ripresa quella dei locali. Un pareggio che allontana i vibrati ani dalla seconda piazza e con il Montorio che vede lontana, a sette punti, la salvezza diretta. Tra gli ospiti tornano in campo gli infortunati Pietropaolo e Carboni ma escono l’infortunato Maio e lo squalificato De Cesaris. Cipolletti deve fare a meno dello squalificato Ridolfi ma ritrova dal primo minuto Durante la cui gara dura appena un quarto d’ora per poi essere sostituito. Primo tempo in cui il Martinsicuro è più intraprendente che va in rete con Bellini, secondo centro consecutivo, sostituto di maio al centro dell’attacco che da due passi insacca un servizio da fondo campo di Pietropaolo. I vibrati ani sono pericolosi ancora con Bellini che si insinua in area ed è fermato in extremis e con Carboni la cui bordata da lontano si perde di poco fuori.l’unica conclusione pericolosa dei locali un colpo di testa di Lombardi alla mezz’ora che si perde fuori. Nella ripresa i ragazzi di Cipolletti rientrano in campo con altro spirito e pressano gli avversari nella loro metà campo e all’8 raggiungono il pari. L’azione parte da un calcio d’angolo con la difesa biancazzurra, oggi in completo nero, che respinge corto e la conclusione di Maselli si stampa sul palo. Sul proseguo dell’azione arriva il pallone in area per il facile tapin di Zurita appostato a ridosso del palo. I locali cercano i tre punti ma i tiri di Ndiaye e Lombardi non centrano la porta. I locali attaccano ma il Martinsicuro in contropiede fa paura. La velocità di Di Giorgio sembra letale per la difesa locale. 22’ Di Giorgio vola sulla destra in contropiede e mette al centro dovee a centro area il liberissimo Ferretti impatta male la sfera e due passi non trova la porta. Passano cinque minuti e questa volta Di Giorgio fa tutto da solo, 60 metri di corsa, Corbo superato in velocità a centrocampo ma poi sull’uscita di recchiuti l’attaccante perde la lucidità con il portiere che riesce a sventare la minaccia. Finisce la gara in parità; risultato che non accontenta nessuno.