22553022_864493393719162_4747765829748127847_o

Chieti-Martinsicuro 1-0

CHIETI – MARTINSICURO     1 – 0     (0-0)

CHIETI . Salvatore 6,5, Ricci 6, Felli 6, Fruci 6, Catalli 6,5 (42’ st Comparelli), Selvallegra 6,5, Sassarini 6, Simonetti 6, Leone 5,5, Calderaro 6, De Fabritiis 6. A disp. Massa, Di Sabatino, Bordoni, Iommetti, Cellucci, Giannini. All. Marino

MARTINSICURO . Osso 6, Ferrari 5,5 (40’ st Dolegowski sv), Ferretti 6, Cucco 6,5, Fiscaletti 6, Silvetri 6, Di Giorgio 6, Ruggieri 5,5 (21’ st Bellini 5,5), Maio 5,5, Nepa 5,5, Lattanzi 5,5 (31’ st Perozzi 5,5). A disp. Cannella, Alteri, Biagetti, Maione. All. Di Fabio

Arbitro . Mihalache di Terni   6   (Bernardini-Nappi)

Rete 34’ st Catalli

Note . Amminiti Catalli, Felli (CH), Ferrari, Lattanzi, Cucco (MART). Angoli 5-2 per il Chieti, spettaori 350 circa. Recupero 0’ pt, 4’ st

CHIETI . Si ferma all’Angelini di Chieti la striscia di 13 risultati utili, nove vittorie e quattro pareggi, dei vibratiani battuti e superati in classifica dal Chieti. Non è stata certamente una bella gara dovuto, soprattutto, dai tanti assenti. Squadre decimate: nei locali fuori gli attaccanti Lalli e Margarita con Bordoni in panca. Nel Martinsicuro non sono del match Carboni e Astarita infortunati, De Cesaris colpito dalla febbre e nel riscaldamento pre gara problema muscolare per Pietropaolo che va in tribuna sostituito nell’undici titolare da Ruggieri. Squadra giovanissima del Martinsicuro con 11 fuoriquota in distinta. Eppure la gara è stata determinata dalla semirovesciata volante, gran gol, di Catalli mentre il bomber ospite Maio, in giornata deludente, ha sbagliato un penalty e la più clamorosa occasione di tutta la gara. Il primo sussulto al 24’ quando Fruci ferma fallosamente in area Maio con l’arbitro, vicino all’azione, che indica il dischetto tra le proteste dei locali. Sul pallone va Maio con Salvatore che intuisce il rasoterra e vola a sventare il pericolo. Il Chieti fa molto più possesso di palla ma la mancanza dei terminali offensivi si fa sentire. Alla mezz’ora ci prova Selvallegra con il palo che salva Osso che viene impegnato poco dopo dalla conclusione di Calderaro. Al 36 traversone dalla destra per Nepa che solo in area cerca la conclusione volante ciccando totalmente la sfera. Allo scadere ci prova con un tiro cross Felli con Osso che smanaccia in angolo. Ad 9’ della ripresa la clamorosa occasione sprecata da Maio che si presenta solo davanti a Salvatore e lo scavalca con un pallonetto che però si spegna a lato. Il gol partita al 24’ quando il traversone di Calderaro trova l’acrobatica deviazione di Catalli che si infila in rete. Il Martinsicuro non trova la forza della reazione con Salvatore che non corre pericoli fino alla fine. Domenica il Chieti farà visita al Giulianova in un match che può chiudere in anticipo il torneo. Per il Martinsicuro due incontri casalinghi con San Salvo e il big match con il Giulianova.

 

25586770_895602327274935_1115598899104961900_o

A tu per tu con… Jonathan Nepa

1) Capitano e bandiera di un recente passato, poi il trasferimento a Porto d’Ascoli fino al rientro la scorsa estate, tra lo scetticismo di qualche tifoso. Possiamo dire che stai rispondendo alla grande in campo anche a chi non era convinto di questo tuo ritorno.
–  Ciao a tutti. Si dai, diciamo che quest’anno la squadra sta andando bene.. dopo una grande annata come quella dello scorso anno pensavo sarebbe stata dura ripetersi e invece la squadra risponde ogni domenica colpo su colpo sul campo e tutto ciò di conseguenza porta anche me a dare  sempre quel qualcosa in più e a non risparmiarmi mai. Tornando qui ho ritrovato la felicità e la spensieratezza del giocare. Mi trovo davvero molto bene con un gruppo di ragazzi fantastici e un team di allenatori secondi a nessuno. Per non parlare dei tifosi sempre pronti a sostenerci.

2) Un campionato di altissimo livello, come accade da qualche anno. Qual è il segreto di questa squadra?
– Si, il campionato ha un livello molto alto. Mai come quest’anno con squadre che hanno militato molti anni nei professionisti. Ma noi non siamo secondi a nessuno: scendiamo in campo consapevoli di potercela giocare a viso aperto con tutti. Il nostro segreto penso sia lo stare sempre insieme, sia dentro ke fuori dal campo, siamo più un gruppo di amici piu che una squadra e di conseguenza in campo ci sacrifichiamo l’uno per l’altro.

3) Dove può arrivare questo Martinsicuro?
– Questo Martinsicuro è secondo..il campionato è lungo e possiamo toglierci ancora molte soddisfazioni. L’importante comunque è stato aver raggiunto già la salvezza.

4) Il futuro di Jonathan Nepa?
-il futuro? Beh, guarda, non ci penso. Sto vivendo un sogno adesso e tutto ciò non mi fa pensare a niente se non alle partite che arrivano di domenica in domenica.

5) Serie D traguardo possibile o semplice sogno?
– Come t ripeto, non sono un tipo che pensa o progetta il futuro. La serie D è un buon campionato… sarebbe bellissimo andare in serie D con questa squadra.. poi posso anke smettere di giocare!

6) Chi è il più pazzo dei tuoi compagni?
– Fai prima a dire chi è quello normale! I pazzi sono tutti (nemmeno il custode si salva) ma se dovessi fare una classifica il primo posto è sicuramente di  Roberto Cucco!

Ciao, Jonathan, In bocca al lupo!

22713385_864493080385860_114640466665145289_o

Martinsicuro-Capistrello 4-2

MARTINSICURO – CAPISTRELLO    4 – 2     (1-1)

MARTINSICURO . Osso 6, Silvestri 6, Ferretti 6,5, Cucco 6, Fiscaletti 6(41’ st Biagetti sv), De Cesaris 6,5, Di Giorgio 6,5, Pietropaolo 6,5, Maio 7(46’ st Alteri sv), Nepa 6(41’ st Ruggieri sv), Lattanzi 6(22’ st Bellini 6). A disp. Cannella, Toscani Dolegowski. All. Di Fabio

CAPISTRELLO . Salustri 5,5, Venditti 5,5, Berardi 6, Panecassio 6, De Meis L.5,5, Antonelli 6, Di Francescoantonio 5,5(41’ st Fantauzzi S. sv), Bolzan 6, Leccese 6,5, De Meis E. 6, Paris 6,5(41’ st Fantauzzi D. sv). A disp. D’Innocenzo, Cicchinelli, D’Eramo, Di Franco, Mercogliano. All. Iodice

Arbitro Giampietro di Pescara 6   (Carella-Chiavaroli)

Reti . 2’ pt Ferretti, 44’ pt Leccese, 6’ st , 35’ st Maio, 16’ st Paris rig., 42’ st Di Giorgio

Note . Ammoniti Ferretti, Maio, De Meis L., De Meis E. spttatori 250 circa, angoli 4-1 per il Martinsicuro. Recupero 0’ pt, 3’ st.

MARTINSICURO . Nell’anticipo del Tommolini i biancazzurri superano il Capistrello e rimangono al secondo posto in classifica mentre per i marsicani si fa dura la corsa verso i play off. Di Fabio d3eve rinunciare per infortunio a Carboni, Astarita e Ferretti e recupera dopo il turno di squalifica Nepa e maio. Iodice porta in panca Mercogliano. E’ stata una bella partita ricca di reti, occasioni e proteste. Passano appena due minuti e sul primo angolo della gara locali in vantaggio con Ferretti che raccoglie il traversone di Nepa e supera Salustri. Locali che potrebbero raddoppiare al 13’, ancora su azione d’angolo, ma la conclusione di Silvestri finisce sulla traversa. La gara rimane aperta e godibile. Allo scadere il pareggio del Capistrello con Paris che parte sul filo del fuorigioco dalla sinistra e mette al centro per il facile tapin di Leccese. Ad inizio ripresa il Martinsicuro torna in vantaggio con il tocco sotto misura di Maio su traversone dal fondo di Di Giorgio. Al 16’ contatto sulla linea dell’area locale tra Pietropaolo e Bolzan, l’arbitro fa proseguire con l’assistente Carella che segnala il fallo del centrocampista del Martinsicuro con l’arbitro che indica il dischetto tra le bordate di protesta dei tifosi locali. Sulla sfera va Paris che spiazza Osso. I locali non ci stanno e si fanno più intraprendenti mentre il ritmo degli ospiti scende. Il vantaggio locale si materializza al 35’con una perla di Maio; controllo aereo e sinistro ad incrociare che supera Salustri, ed allo scadere calano il poker con il diagonale di Di Giorgio.